La Bioimpedenziometria

Home / servizi / La Bioimpedenziometria
La Bioimpedenziometria

Valutazione della composizione corporea tramite bioimpedenziometria

In cosa consiste l’analisi bioimpedenziometrica?

È un esame molto semplice e non invasivo che viene effettuato con tecnica bioimpedenziometrica per l’analisi qualitativa e quantitativa della composizione corporea.
A tale proposito vengono applicati su mano e piede del paziente quattro elettrodi (simili a quelli per fare un elettrocardiogramma) collegati allo strumento via filo. Viene fatta circolare la corrente a bassissima potenza, che, attraversando le strutture corporee, subirà un calo della sua intensità dovuta all’impedenza associata alle strutture corporee.

Si basa sul dato fisico che l’acqua sia un buon conduttore di corrente elettrica mentre il tessuto adiposo sia un buon isolante.

Quali parametri fornisce la bioimpedenziometrica?

I parametri che sono restituiti dallo strumento dopo l’esame sono:

  • TBW: Ovvero il contenuto di acqua totale che si divide in acqua intracellulare (ICW) e acqua extracellulare (ECW)
  • FM: Percentuale di  massa grassa
  • FFM: Percentuale di massa magra che si suddivide a sua volta in massa cellulare (BVM) cioè organi, muscoli e cellulare, e massa extracellulare (ECM) composta da liquidi persi con la sudorazone, succhi gastrici, linfa ecc.

 

 

Sono previste norme di preparazione all’esame?

Per questo esame diagnostico non sono previste norme di preparazione.

 

Quali pazienti possono effettuare l’esame?

L’esame non è indicato ai soggetti con strumenti elettronici impiantati.

 

La valutazione della massa corporea (bioimpedenziometria) è dolorosa o pericolosa?

L’esame non è di tipo invasivo e il paziente non sente dolore. Lo strumento è dotato di batterie proprie e pertanto non è collegato alla rete elettrica.

 

Come funziona la valutazione della massa corporea (bioimpedenziometria)?

Il paziente si sdraia sul lettino e gli vengono posizionati gli elettrodi su una mano e un piede. Rimane sdraiato in questa posizione per circa 5 minuti al fine di permettere una buona ridistribuzione dei liquidi corporei. Successivamente viene effettuato l’esame che richiede in tutto circa 30 secondi.